Esportazione di armi

A livello mondiale il commercio di armi è in piena espansione. Secondo l’Istituto internazionale di ricerca sulla pace di Stoccolma (SIPRI) è dalla Guerra Fredda che non sono più state prodotte così tante armi come oggi. I principali produttori sono gli Stati Uniti e la Russia, seguiti dalla Cina. Anche la Svizzera trae vantaggio dalla vendita di armi. Nel 2016 essa ha esportato materiale bellico quale munizioni e cannoni per la difesa contraerea per un valore di oltre 400 milioni di franchi. I maggiori acquirenti sono stati i Paesi europei (circa il 50% delle esportazioni totali), ma sono stati riforniti anche gli Stati asiatici e africani.

In Svizzera vari gruppi lottano contro le esportazioni di materiale bellico. Ciò che più li disturba è il fatto che la Svizzera esporti anche verso Paesi che a loro avviso violano i diritti umani. Chi invece è favorevole giustifica l’esportazione con gli aspetti economici della produzione di armamenti, ossia che grazie all’esportazione di armi si creano posti di lavoro e un flusso di denaro verso la Svizzera.

Secondo voi quale legge o quali leggi sarebbe opportuno adottare in relazione all’esportazione di armi svizzere?

 

Suggerimento: riflettete sui motivi pro e contro dell’esportazione di armi.

 

Il tema trattato in Parlamento

Ambito di competenza delle Commissioni della politica di sicurezza.

Dibattito sull’oggetto: La politica di sicurezza della Svizzera.

Video del dibattito al Consiglio nazionale (Camera prioritaria). Intervento di Géraldine Savary.

 

Video del dibattito al Consiglio degli Stati (Camera prioritaria). Intervento di Guy Parmelin.

→ L’intero dibattito in video e in versione stampabile.

 

Selezione di altri interventi e oggetti parlamentari

Interpellanza: L’Arabia Saudita, lo Yemen e la Svizzera. Garantire i diritti umani e la pace esportando armi? di Anita Fetz (2017).

Mozione: Per un divieto delle armi autonome sancito dal diritto internazionale pubblico di Chantal Galladé (2017).

Mozione: Controlli per garantire il rispetto del quadro giuridico svizzero da parte delle filiali di RUAG di Lisa Mazzone (2016).

Interpellanza: L'esercito deve prepararsi alle eventualità ipotizzabili di Adrian Amstutz (2016).

Interrogazione: Materiale bellico. Trasparenza sulle autorizzazioni di Priska Seiler Graf (2016).

Interrogazione: Quand'è che il Consiglio federale metterà fine all'esportazione di armi in Ungheria? di Aline Trede (2015).

 

Ulteriori informazioni

 

Altri temi

Mobilità

Il Popolo svizzero è molto mobile. Secondo i dati del...

Politica in materia di droga

Dagli anni Novanta la politica svizzera in materia di droga...

Previdenza per la vecchiaia

In Svizzera l’età di pensionamento è di 65 anni per...

Esportazione di armi

A livello mondiale il commercio di armi è in piena...

Energia

A seguito della catastrofe nucleare di Fukushima del 2011, il...

Sfera privata

Il diritto alla sfera privata è un diritto fondamentale sancito...

  logo schwarz transparent Juniorparl - Una produzione dei Servizi del Parlamento

Go to top